Autostrade: Davico interroga il Ministro Delrio

Roma, 31 luglio 2017 – C’è anche il completamento dell’Asti-Cuneo all’interno dell’interrogazione parlamentare che il senatore braidese Michelino Davico ha presentato in questi giorni al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio.

Davico pone l’attenzione sull’accordo raggiunto tra lo stesso Delrio ed il commissario europeo alla Concorrenza Margarethe Vestager e sulla proroga delle concessioni autostradali. Un atto che prevede “lo sblocco di interventi strategici per oltre 10 miliardi di euro, che mirano al completamento della rete autostradale”. Si tratta di “opere essenziali e già previste dal Ministero, come il completamento dell’Asti-Cuneo”. Una somma consistente.

Davico la definirà una “vera e propria montagna di soldi”. “Proprio per questo – aggiunge il senatore – ho deciso di volerci vederci chiaro sino in fondo. Di tutta questa vicenda non vorrei che, alla fine, ci rimangano solo gli slogan di Governo. Siamo di fronte ad una situazione dai contorni ancora molto indefiniti e difficilmente appurabili, dal momento che il ministro Delrio ha segretato tutta la documentazione”.

In virtù di queste premesse, Davico ha presentato un’interrogazione con la quale chiede di sapere “l’iter che ha portato ad un accordo di massima così oneroso” e “quali siano stati gli scambi documentali anche di rilievi interno, relativi alla procedura avviata dal Governo presso la Commissione Europea”.
“Vogliamo prendere visione – aggiunge il senatore – dei contenuti del verbale dell’accordo, del testo dell’accordo e di ogni atto della relativa istruttoria che sia utile alla comprensione del procedimento”.
Davico poi torna sugli “slogan di Governo”: “al di là delle dichiarazioni di facciata – ci dice – la questione che abbiamo di fronte è ben più complessa, dal momento che la stessa Unione Europea sta procedendo con estrema cautela. Ad onor del vero, va detto che ad oggi l’UE è in attesa di acquisire la documentazione che presenterà l’Italia per esprimersi successivamente in merito con un giudizio ponderato”.
“Il ministero come intende scongiurare l’eventuale rischio di danno erariale che si potrebbe verificare a causa delle scelte operative del Governo in ordine al suddetto accordo?” si chiede Davico.
“Chiediamo di venire a conoscenza anche della documentazione inerente la notifica di aiuti di Stato in relazione alla proroga di concessioni autostradali”.

“Mi ripeto – conclude il senatore –  ma questa partita sulla rete autostradale si traduce in 10 miliardi di euro, una somma enorme che paghiamo tutti noi. Proprio per questo, reputo sia necessario conoscere a fondo tutto l’iter che vi sta dietro”.
Ora si attende la relazione del ministro Delrio.

Lascia un commento