A Palazzo Giustiniani si celebrano i 70 anni della Costituzione

Mercoledì  27 dicembre in occasione del settantesimo anniversario dalla firma della Carta Costituente la “Sala della Costituzione” torna protagonista aprendosi ai cittadini con una celebrazione a Palazzo Giustiniani.

“La riforma della Carta richiede forse la compartecipazione più ampia possibile: si è rivelato infatti a posteriori un errore quello di volerla approvare a colpi di maggioranza e, peggio ancora, di fiducia e a salti di canguro. Nel 1947, ormai settanta anni fa, la nostra Costituzione è stata approvata da tutte le forze politiche. E quella era gente che si era combattuta per anni; e non a parole, educatamente, in un’aula di Parlamento: erano nemici veri, si erano sparati, c’erano stati morti, c’era stata una guerra civile.  Eppure, finito il conflitto, tutti insieme hanno dato vita all’Assemblea Costituente: socialisti e democristiani, comunisti e repubblicani, laici e cattolici, nobili e contadini. Tanto che alla fine c’è questa suggestiva foto della firma della Costituzione conservata proprio qui al Senato, al secondo piano di palazzo Giustiniani, nell’appartamento privato del Presidente. In quella immagine, nella piccola Sala della Costituzione, conservata esattamente com’era quel 27 dicembre, il Capo provvisorio dello Stato Enrico De Nicola, il presidente del Consiglio dei ministri, il cattolicissimo Alcide De Gasperi, il comunista Umberto Terracini, a capo della Assemblea Costituente e il Guardasigilli Giuseppe Grassi, liberale di nobili origini, furono immortalati mentre davano agli italiani la loro Carta fondamentale. E’una stanza sacra per la storia politica e sociale del nostro paese. Confesso che io, la prima volta che ci ho messo piede, mi sono commosso” – (tratto da “Senza Casta” – edizioni Martini, II edizione, anteprima).

A dare il via alle celebrazioni sarà il presidente del Senato Pietro Grasso alle ore 17 ricordando questo momento fondamentale per la storia del nostro Paese a pochi passi dalla celebre scrivania sulla quale venne scritta quest’importante pagina della storia repubblicana; nell’adiacente salone degli Specchi verrà allestita una mostra di documenti e saranno esposti il Foglio Filatelico e le monete realizzate dall’Isitituto Poligrafico e Zecca dello Stato per la ricorrenza.

Verranno inoltre presentati i testi della Costituzione vigente tradotti in sette 7 lingue (inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese, cinese e arabo) ed infine sarà proiettato il video realizzato dal Senato dal titolo “Di sani Principi” con la collaborazione di diversi personaggi di fama nazionale ed internazionale nati proprio il 27 dicembre.

Lascia un commento